scheda 110

 
CODICI
ID SCHEDA110
Tipo di scheda
Tipo di scheda *BDM
Livello di catalogazione *C
CODICE UNIVOCO
Codice Regione06
Ente schedatore *SFF
Ente competente *SABAP FVG
 
BENE CULTURALE
Ambito di tutela MIBACT *etnoantropologico
Categoria
Categoria *arredi e suppellettili/mobili
DEFINIZIONE BENE
Definizionecassone
Configurazione strutturale e di contestobene semplice
PercorsoVetrina
DENOMINAZIONE
Tipoidiomatica
Denominazionecasson
Notefriulano
Tipoidiomatica
Denominazionebanc
Notefriulano
 
RELAZIONI
RELAZIONI CON ALTRI BENI
tipo relazioneè contenuto in
tipo schedaA
identificativo univoco della scheda2
 
LOCALIZZAZIONE AMMINISTRATIVA
LOCALIZZAZIONE
statoItalia
regioneFriuli-Venezia Giulia
provinciaUD
comuneUdine
COLLOCAZIONE SPECIFICA
Tipologia contenitore fisicopalazzo
Denominazione contenitore fisicoPalazzo Mantica
Indicazioni viabilistichevia Manin, 18
Denominazione contenitore giuridicoCultura materiale
SpecificheI piano, Salone d'onore
 
CRONOLOGIA
CRONOLOGIA GENERICA
Fascia cronologica/periodosecc. XVIII-XIX
CRONOLOGIA SPECIFICA
Da1700
Validitàpost
A1899
Validitàante
 
DEFINIZIONE CULTURALE
AMBITO CULTURALE
Denominazioneambito carnico
Motivazione/fonteanalisi stilistica
 
DATI ANALITICI
DescrizioneIl cassone presenta la forma di un parallelepipedo rettangolare chiuso da coperchio leggermente sporgente. I piedi sono costituiti da un cornicione sagomato solo sul davanti e lisci ai lati. Il frontale è tripartito con due riquadri quadrati ai lati e uno rettangolare centrale con cornice a strombo. Al centro presenta un unico motivo a rosone, affiancato agli angoli da fiorellini più piccoli e ai lati da un fiore inserito in un esagono a sua volta racchiuso entro un cerchio. Quest’ultimo motivo in dimensioni più grandi si ritrova sui riquadri laterali.
NOTIZIE STORICO-CRITICHE
NOTIZIE STORICO-CRITICHEDall'ERPAC: "Questi manufatti sono esemplificativi della grande abilità e perizia che gli artigiani carnici avevano acquisito nella lavorazione del legno in età moderna e secondo le intenzioni di Michele Gortani, fondatore del Museo, conservarle significava raccogliere un campionario delle diverse tipologie di decorazioni, proprie di ciascuna delle valli che compongono la Carnia. [...] i manufatti con le decorazioni più curate ed elaborate erano destinati a contenere il corredo delle spose nelle camere da letto; altri, più grandi e più semplici, servivano per conservare le granaglie nelle cucine o nelle dispense". Si è identificato il mobile con il num. 25 dell'inventario post terremoto redatto da Andreina Nicoloso Ciceri nel 1984.
 
DATI TECNICI
MATERIA E TECNICA
Materialegno
Tecnicaintaglio
 
DATI TECNICI
MATERIA E TECNICA
Materialegno
Tecnicaintaglio
 
UTILIZZAZIONI
DATI DI USO
Tipostorico
Funzionecontenere le granaglie
Occasionequotidianamente
NoteCollocato in cucina o in cantina
 
CONSERVAZIONE E INTERVENTI
STATO DI CONSERVAZIONE
Stato di conservazionebuono
 
CONDIZIONE GIURIDICA E TUTELA
CONDIZIONE GIURIDICA
Indicazione generica *proprietà privata
Indicazione specificaSocietà Filologica Friulana
 
DOCUMENTAZIONE
DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA A
Generedocumentazione allegata
Tipofotografia digitale
AutoreViola Riccardo
Ente proprietarioSocietà Filologica Friulana
BIBLIOGRAFIA
Generebibliografia di confronto
Indirizzo web (URL)http://www.ipac.regione.fvg.it/aspx/ViewPercTemRicAppr.aspx?idAmb=132&idsttem=1&idTem=102&TSK=BDM&numTsk=1&pg=#ELE
 
ACCESSO AI DATI
SPECIFICHE DI ACCESSO AI DATI
Profilo di accesso1
Motivazionescheda contenente dati liberamente accessibili